Il brevetto Europeo

Il brevetto Europeo consiste sostanzialmente in un esame unificato valido per 40 paesi Europei e non solo:

Albania, Austria, Belgio, Bosina-Erzegovina, Bulgaria, repubblica Ceca, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Liechtenstein, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Macedonia, Malta, Marocco, Monaco, Moldavia, Montenegro, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Romania, San Marino, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, Ungheria ed Hong Kong (Per accordo con Gran Bretagna).

Il brevetto Europeo raggruppa quindi più di 40 nazioni, più di un quarto del PIL mondiale e più di 650 milioni di abitanti.

Per arrivare a concessione, il brevetto Europeo deve affrontare un esame importante, da molti riconosciuto come il migliore esame brevettuale al mondo.
Proprio a causa della sua impegnativa procedura di concessione, che gli conferisce una forte presunzione di validità, il brevetto Europeo è trattato con rispetto nelle vertenze e nei tribunali. Per contro il Brevetto Europeo necessita di tempi e costi superiori rispetto al Brevetto Italiano.

Per rimediare all’inconveniente, gli esaminatori Europei forniscono, entro sei mesi del deposito, una ricerca ufficiale sulla quale è basato l’esame, ed un primo parere di brevettabilità. Qualora la ricerca evidenzi priorità che possono inficiare la validità del brevetto, è possibile rinunciare allo stesso, senza pagare i costi dell’esame.

Inoltre, una domanda di brevetto Europeo, può essere rapidamente validata anche ad Hong Kong, che – pur facendo parte della Cina– conserva rapporti privilegiati con la Gran Bretagna. Hong Kong ha una rilevante importanza commerciale: dal suo territorio transita una percentuale elevatissima delle merci provenienti dalla Cina e dirette in tutto il mondo ed il flusso di queste merci può essere controllato con un brevetto locale.

N.B: Gli stati membri del brevetto Europeo non sono connessi agli stati membri della Comunità Europea ed il Brevetto Europeo non è un Brevetto Unitario o Comunitario. È invece in corso di implementazione, e già legiferato, l’istituzione di un Brevetto Unitario, che farà sì che i brevetti Europei saranno validi, anche dopo la concessione, in Tutti i paesi dell’Unione Europea.