Come posso scegliere un marchio proteggibile?

I marchi devono essere distintivi, ossia atti appunto a distinguere i prodotti/servizi di un’impresa da quelli di altre imprese.

Logicamente esiste una soglia minima di distintività al di sotto della quale una marchio è rifiutato dall’Ufficio Marchi Nazionale o Comunitario. Ad esempio non posso depositare il nome del prodotto stesso che voglio marchiare né nomi generici.

Al di sopra della soglia di distintività un marchio gode di una maggiore tutela se si tratta di un termine che ha poco o nulla a che vedere con i prodotti o servizi che contraddistingue.

I marchi che hanno una valenza maggiore, i cosiddetti “Marchi Forti”, sono marchi che riproducono parole o diciture che non hanno attinenza con il prodotto che identificano.

È quindi opportuno scegliere quest’ultimo tipo di marchi, più facilmente proteggibili.