L’Ufficio dell’Unione Europea per la proprietà Intellettuale ha abolito, a partire dal 1 ottobre 2017, il requisito della rappresentabilità grafica dei marchi.

Prima di tale data, infatti, un marchio per essere valido doveva essere rappresentabile graficamente. Tale requisito ha dato diversi problemi a marchi quali i marchi sonori, di movimento, olfattivi ed altri ancora. Casi celebri (non tutti all’EUIPO) sono il marchio della Metro-Goldwyn-Mayer consistente in un “ruggito di leone” (il famoso ruggito a inizio film) rifiutato perché non sufficientemente descritto: esistono diversi ruggiti di leone e non era chiaro di quale ruggito di trattasse.

Ora grazie a nuovi formati e possibilità di riproduzione (oltre al jpg si sono aggiunti i file per gli oggetti tridimensionali OBJ STL X3D gli MP4 ed MP3) sarà molto più semplice ottenere tutela per marchi sonori, tridimensionali e multimediali.

L’EUIPO fornisce la tabella sotto riportata.